martedì 29 maggio 2012

Prego, mettetemi le mani in tasca!



Non ci smentiamo mai. Credo che il nostro, sia il paese che butta più soldi nel cesso. Come saprete, uno sciame sismico sta colpendo in questi giorni il nord Italia, specie l'Emilia. E come al solito spuntano conti correnti, messi a disposizione di chi ha la possibilità di aiutare gli sfollati, che in pochi secondi hanno perso tutto. Ma non dovrebbe essere lo stato a garantire tutto il sostegno di cui ha bisogno questa gente??
I politici e i loro capricci (auto, viaggi, stipendi esagerati) ci sostano milioni ogni anno. Questo denaro dovrebbe essere investito nella messa in sicurezza del territorio ad esempio, oppure per dare un sostegno concreto alle famiglie che hanno perso la casa, o peggio, un affetto. 
Tasse, rincari, iva ci stanno tartassando eppure il sistema non cambia: i ricchi diventano più ricchi, e noi poveracci non sappiamo dove sbattere la testa. Per non parlare di tutti i soldi che finiscono in tasca al clero. Ma vi rendete conto che campiamo anche il Vaticano?? Non riesco davvero a capire perché il nostro denaro, vada a finire nelle tasche di chi non lavora.
E non venitemi a dire che un prete non prende lo stipendio: allora chi paga la macchina, la benzina, i viaggi,i vestiti, il cibo?? Dove prendono i soldi??
O ancora, perché dobbiamo mantenere migliaia di soldati, che combattono guerre che noi non vogliamo??
Fatto sta che le nostre tasche vengono svuotate da mani avide, da un governo che non garantisce neanche la sicurezza e il supporto ai propri cittadini. I terremoti non si possono prevedere questo è chiaro. 
Ma bisogna anche stare vicini e sostenere le popolazioni colpite, con ogni mezzo. Le comparsate dei politici non servono a un cazzo.


Baci,CrearsiLaSfiga

Nessun commento:

Posta un commento

Voi che ne pensate?